Home » Il Matrimonio » Congedo matrimoniale: come funziona

Congedo matrimoniale: come funziona

Il Matrimonio On Ott 25th, 2018 142 0

Hai deciso di sposarti? Forse non sai che, la legge, prevede un congedo matrimoniale, ovvero una sospensione giustificata dal lavoro durante il periodo di matrimonio.

Previsto per la prima volta con Decreto Regio nel 1937, il congedo permette di godere di un periodo di astensione dal lavoro retribuito per un massimo di 15 giorni, senza attingere dal monte ferie. Lo può richiedere sia chi ricorre al matrimonio civile sia concordatario. I 15 giorni devono essere fruiti in un’unica soluzione e verranno conteggiati anche i fine settimana.

Se ne ha diritto presentando la domanda almeno 6 giorni prima della cerimonia, direttamente al datore di lavoro. Consigliamo comunque di fare ciò almeno un mese prima, così che il nostro capo possa organizzare il lavoro al meglio durante la nostra assenza.

Se non è possibile fruire del congedo successivamente alla cerimonia, tale periodo deve comunque essere concesso entro 30 giorni dal matrimonio.

E non dimenticate che, al rientro dal viaggio di nozze, dovete consegnare, sempre al capo, il certificato di matrimonio entro 60 giorni dalle nozze.

Il periodo di congedo è regolarmente retribuito e la retribuzione viene garantita in parte dall’INPS, in parte dal datore di lavoro. Nella maggior parte dei casi è pari a una somma equivalente a 7 giorni di retribuzione e spetta a chi contrae matrimonio civile o concordatario; vanta un rapporto lavorativo da almeno una settimana; fruisce del congedo entro 30 giorni dalle nozze; se disoccupato, può dimostrare di aver lavorato almeno 15 giorni nei tre mesi precedenti il matrimonio; non è in servizio per malattia, sospensione dal lavoro, richiamo alle armi, fermo restando l’esistenza di un rapporto di lavoro.

L’assegno spetta a entrambi i coniugi; non viene erogato a chi contrae il solo matrimonio religioso.

Se ne può usufruire di nuovo solo se si è divorziati o vedovi.

E’ previsto, infine, anche per i lavoratori a tempo determinato.

 

 

Leave Your Comment

Your name *

Your website

Comment *

*

* Required Field